lamanifattura08
onair
angela
Angela Kinczly
venerdì 13 giugno - ore 21:30
La musica di Angela Kinczly trae ispirazione da diversi generi e artisti, dalla classica al jazz, passando per Billie Holiday, Joan Baez, Nick Drake. L'incontro con Maurizio Rinaldi (chitarre), Isacco Zanola (elettronica e basso) e Beppe Gioacchini (percussioni) tramuta il primitivo amore per il folk e la canzone d'autore in una miscela di suoni elettronici, influenze jazz e atmosfere “elettrofolk”. Nell'autunno 2007, grazie all'incontro con la Kandinsky Records, viene pubblicato il primo disco: “The Legendary Indian Aquarium and Other Stories”. www.myspace.com/angelakinczly

 

manu
Emanuela Napolitano
sabato 14 giugno - ore 21:30
“Manu”, voice, guitar, effects, sampler, autrice e musicista italovenezuelana, fonde il proprio amore per la chitarra classica spagnola e le contaminazioni elettroniche, con il calore latinoamericano e il suono europeo. Un mix sottile migrante dall'acustico all'elettronico con contaminazioni di bossanova, son cubano e drum'n bass. www.myspace.com/emanuelanapolitano

 

Amana Melomè
venerdì 27 giugno - ore 21:30
in collaborazione con Irma Records
Il suo nome in Swahili significa stella di pace. Nata in Germania, e cresciuta intorno al mondo, Amana Melomé viene da una famiglia di artisti. Suo nonno Jimmy Woode, contrabbassista, inizia come il musicista più giovane nell'orchestra di Duke Ellington, sua nonna era una cantante Jazz così come sua zia Shawnn Monteiro che è tutt’oggi attiva nella scena musicale mondiale. Prodotta da Irma Records, presenterà il suo album di debutto “Indigo Red”. www.amanamelome.com

 

antolini
Beatrice Antolini
venerdì 4 luglio - ore 21:30
Beatrice Antolini presenta il suo primo disco solista: “Big Saloon”.Concepito e registrato negli ultimi due anni, perlopiù in casa e con il solo aiuto di una manciata di amici (tra cui anche Marco Fasolo, cantante e chitarrista dei Jennifer Gentle), "Big Saloon" è un album bizzarro, insolito, una miscela esotica di stili e influenze differenti. Dal jazz all'indie pop passando per il vaudeville, tutto è triturato e amalgamato in un suono caleidoscopico, ornato da arrangiamenti sorprendenti e un talento non comune per la melodia. www.myspace.com/beatriceantolini

 

comaneci
Comaneci
venerdì 11 luglio - ore 21:30
Dal 2003 Nadia Comaneci ritorna alla mente di un trio ravennate che sceglie questo personaggio esile ma capace di arrivare ovunque contro ogni aspettativa, come rappresentativo di un minuto ma efficace progetto musicale. Il pop acustico da “cameretta” dei Comaneci è quanto di più intimo e avvolgente sia possibile ascoltare da una band italiana esordiente. Dopo due Ep autoprodotti in formato cd-r e il sostanzioso contributo fornito alla colonna sonora di “Provincia Meccanica” di Stefano Mordini, i Comaneci debuttano con Volcano. www.comaneci.org

 

comaneci
Il Genio
Domenica 13 luglio - ore 21:30
in collaborazione con Città del Capo Radio Metropolitana

Il Genio - duo composto da Gianluca De Rubertis (già tastierista degli Studiodavoli) e Alessandra Contini - suona electro-pop, attraversando atmosfere retrò, canta in italiano e francese, sfuggendo linee rette, attraverso spirali cariche di sensuali suggestioni e di ironici equilibrismi. I tracciati sonori sono di immediato accesso, ma, al tempo stesso, ricercati ed eleganti, in bilico tra gli chansonniers françaises, l'attuale melodia di gruppi come i Blonde Redhead e l'ironia degli Stereo Total. www.myspace.com/ilgenio

 

musetta
Musetta
venerdì 18 luglio - ore 21:30
in collaborazione con Irma Records
Duo milanese che si rifà a un immaginario noir raffinato, Marinella Mastrosimone e Matteo Curcio si muovono in ambienti espressivi figli del jazz e delle colonne sonore cinematografiche, sfumando in un' elettronica che lambisce il trip-hop, la sperimentazione ed il pop contemporaneo. Tra i palchi più importanti battuti da Matteo e Marinella ci sono Arezzo Wave 2002, il concorso Creamusica 2004, lo storico Bull & the Gate di Londra e l'Heineken Jamming Festival 2006. www.myspace.com/musettamusic

 

evy!
Evy!e il fantatrio live
venerdì 25 luglio - ore 21:30
Tastierista e corista con: "Tremende", "Radici nel cemento", "Nidi d'Arac", "Papa Ricky" e "Zodiac", Evy! ha collaborato con: "400 colpi", "Taglia 42" e il gruppo spagnolo "Dwomo". Evy! scrive parole, musica e arrangiamenti. Dal gennaio 2008, torna ad esibirsi con Sandra e Claudia, la sezione ritmica delle bolognesi "Tremende", e un amico chitarrista, Diego, formando la band "Fantatrio", con cui presenterà a LaManifattura una performance tra l'easy listening e la bossanova. www.myspace.com/evyline

 

scena aperta
in3cci
In3cci - NON è MAI TROPPO TARDI PER FARSI1INFANZIA FELICE
sabato 21 giugno - ore 21:30
Trio audio/video danza che gravita attorno a 3 figure femminili: Giorgia Angiuli, Sara Pezzella, Claudia Pantale.
I love my toys è un viaggio multisensoriale a ritroso nella memoria, tra musica elettronica, accessori carichi di significato, danza e video. Un palco trasformato in un box ricolmo di palloncini sospesi nello spazio, pois multicolor proiettati sugli schermi, grandi palle appoggiate a terra come sedute, bolle di sapone, coriandoli. L'idea è di creare un luogo per giocare e per mettersi in gioco. Sara Pezzella e Claudia Pantalei si incontrano presso l'Associazione Culturale "Note Blu", dove approfondiscono il moderno genere del "New Jazz Dance Fusion". Giorgia Angiuli è musicista, artista, performer, mescola sonorità, profumi e atmosfere giocose con l'elettronica pop. Ha creato un suo progetto audio-video che si chiama Metùo. www.myspace.com/metuo

 

caprice du ciel
Caprice du ciel
giovedì 10 luglio - ore 21:30
produzione Leggere Strutture
Coreografie di Mattia Gandini, musiche di Davide Fasulo
Partendo da un'immagine stereotipata della femminilità incentrata sulla vanità, sull'attenzione esasperata per l'estetica, l'invidia e la competizione, si giunge ad una raffigurazione danzata priva di veli e orpelli. I capricci dell'animo femminile vengono spazzati via dall'incontro con l'eros che libera il corpo della donna dall'artificio e si traduce in un movimento scenico destrutturato e frammentato. www.leggerestrutture.it

 

carattere
Carattere
giovedì 17 luglio - ore 21:30
studio per uno dei ritratti di “NEL DISASTRO” - parte VIII de IL MIGLIORE DEI MONDI POSSIBILI
Da un progetto di R. Castello e A. Moretti
Regia di Roberto Castello, interprete Alessandra Moretti. Produzione ALDES
“Nella vita di coppia, ci sono obblighi cui alla lunga non ci si può sottrarre. Da tanti anni Alessandra lamenta che a lei, e solo a lei, non ho mai coreografato un assolo. Ora colgo l'occasione per chiudere la questione”. Roberto Castello

Ritratto femminile - primo di una lunga serie di ritratti - tratteggiato attraverso uno spettacolo multidisciplinare che coniuga gesto, parola e musica. www.aldes.org

 

LrLn
Carattere
mercoledì 23 luglio - ore 21:30
Opera per video e danza di Silvia Urbani e Alessio Guerra, con Silvia Urbani
LrLn nasce dall'urgenza di confronto sul concetto di Memoria, funzione indispensabile per la costruzione dell'identità e lo sviluppo della coscienza personale e collettiva. La performance si basa sulla creazione istantanea ed è per questo unica ad ogni sua esecuzione: costretta su di una pedana, la danzatrice crea nel momento presente una sequenza di movimenti, un'accumulazione di azioni che saranno, in seguito, l'oggetto della sua memoria.
Nel 2006 Silvia Urbani, danzatrice, e Alessio Guerra, lighting designer, fondano la Compagnia Urbani-Guerra. Il gruppo si concentra nello studio dell'interazione di differenti discipline artistiche tra cui la creazione istantanea nella danza, la videoarte, l'illuminotecnica come forma espressiva. www.urbaniguerra.com

 

vjcentralpark
blanche
Blanche and ME
sabato 5 luglio - ore 22:00
in collaborazione con vjcentral.it
Silvia Bianchi aka Blanche è una visual designer che, nonostante la sua giovane età, ha già sfondato i confini nazionali per il suo talento artistico e la sua originalità. Ha esposto ad Illustrative 2007 (Berlino), Art For Art's Shake 2007 (Bologna), e ha partecipato a Slowtime 2007 (Colonia), mentre continua a viaggiare tra Madrid, Bologna e la Toscana, sua regione d'origine. Il suo estro creativo si esprime nella creazione di contenuti ed eventi visual, in atmosfere che lei stessa definisce “vanished”. www.mynameisblanche.com

 

pintaycolorea
Pintaycolorea + OTO
sabato 12 luglio - ore 22:00
in collaborazione con vjcentral.it
Ines Iglesias Heras, in arte Pintaycolorea, è graphic designer, illustratrice, vj. Spagnola, ma di adozione romana, si è esibita alla Biennale di Venezia, al Circuito Off del Venice International Short Film Festival, al Festival Enzimi di Roma e al Sonar di Barcellona.
www.pintaycolorea.com

 

monotono
Monotono - Valentina Besegher e Alessandro Massobrio
sabato 12 luglio - ore 22:00
in collaborazione con vjcentral.it
Monotono è un duo formato da V. Besegher e A. Massobrio volto ad esplorare attraverso mezzi analogici e digitali i rapporti tra suono e immagine. Una performance audiovisiva intima e onirica, con riprese in super 8, fotografie, chitarra ed electonics: un percorso lungo i profili di oggetti quotidiani, scorci di vita famigliare e attraverso gli ampi spazi della natura. Valentina Besegher, visual artist e live video performer milanese. La sua ricerca è orientata a raccontare il mondo reale attraverso la decontestualizzazione onirica dei suoi elementi. www.besegher.com Dal 2005 collabora con il musicista elettronico e sound recordist torinese Alessandro Massobrio. www.flushingdevice.it

 

sound of light
montanari
I fiori di Rapaccini /Rapaccini's flower
giovedì 12 giugno - ore 21:30
di Alessandra Montanari
I fiori di Rapaccini, ammalieranno e stordiranno i visitatori attraverso un suono che, come un pifferaio magico, condurrà l'ascoltatore casuale in un viaggio incantato. Alessandra Montanari Laurea in Scienze Agrarie; Course of “Botanical illustration” Kew Garden (London); diploma di laurea in Pittura - Accademia di Belle Arti di Bologna. Dal 2005 fa parte di Orfeo Hotel contemporary art project.

 

laraia
Zefiro song' s
giovedì 19 giugno - ore 21:30
di Elisa Laraia
Luoghi sonori all'interno dei quali ascoltare suoni e parole si muovono guidandoti in un percorso che culmina con una videoproiezione sui muri di cinta del giardino. Elisa Laraia si diploma presso l'Accademia di Belle Arti di Bologna, studia presso la Wimbledon School of Art di Londra. Nel 2004 crea a Bologna Orfeo Hotel contemporary art project, opera d'arte in progress sul concetto di Scambio Identitario, oggi progetto sul web www.orfeohotel.com ed in Second Life. Dal 2006 cocura Art for Art's Shake a Bologna. www.elisa.laraia.it

 

chiarini
Melody Wood
giovedì 19 giugno - ore 21:30
di Silvia Chiarini
Courtesy Agenzia04, Bologna

‘Ho voluto "giocare" con la natura, cercando di cambiare la percezione che abbiamo abitualmente entrando nel parco. Per ottenere questo ho realizzato una moltiplicazione di raggi laser su tronchi d'albero, colpendo con la luce un albero alla volta in sequenza casuale e abbinando una nota dello xilofono ad ogni singola proiezione. Di conseguenza ogni volta che il raggio illumina l'albero si sente una nota, che a sua volta andrà a formare una melodia dettata dal percorso che compirà il raggio’.
Silvia Chiarini. Nata a Faenza, si è diplomata all'Accademia di Belle Arti di Bologna nel 2004. La sua ricerca comprende l'utilizzo di diversi media, dalla pittura al ricamo, dall'installazione al video. www.agenzia04.com/chiarini.htm

 

visioni short
visioni italiane
Selezione di cortometraggi del festival Visioni Italiane
mercoledì 18 e 25 giugno - ore 21:45
Festival bolognese nato nel 1994, quando un pò per sfida la Cineteca di Bologna cercava di creare un interesse e un'attenzione particolari nei confronti del corto e mediometraggio, e giunto quest'anno alla XV edizione.
Serata in collaborazione con l'organizzazione artistica del festival.
Tra i titoli dei corti selezionati: Dietro le cose, di Antonello Novellino, La Grande Menzogna di Carmen Giardina, Vite infortunate di Laura Bisturi, Amelia di Chiara Idrusa Scrimieri, Una Gomma è per sempre di Francesca Di Giuliano, Fraulein Gertie di Lavinia Chianello e Tomàs Creus, Jamal di Luisella Ratiglia, Pausa pranzo di Lorenzo d’Amico De Carvalho. www.cinetecadibologna.it/visionitaliane

 

badhole
I corti delle BADhOLE
mercoledì 2 luglio - ore 21:45
Il progetto BADhOLE video nasce a Torino nel 2001, l'h è scritta rigorosamente in piccolo perché è muta, si scrive all'inglese ma si legge alla piemontese: Badòle. Si descrivono così: ‘siamo un gruppo di donne che nella vita fanno i lavori più disparati e che avendo un estremo bisogno di dar sfogo alla propria creatività, ma essendo pessime con il decoupage, sono diventate filmmaker part-time. Come tutte le donne, abbiamo un sacco di cose da dire e pensiamo che quello del “cinema”sia il modo migliore in cui le possiamo dire divertendoci. Produciamo cortometraggi caustici e ironici (o almeno tentiamo di farlo) sui temi che ci stanno a cuore cercando di “buttar fuori” tutto quello che ci fa arrabbiare, facendo nostro lo slogan: una risata li seppellirà.’ www.badholevideo.com

 

some prefer cake
Some prefer cake
mercoledì 9 e 16 luglio - ore 21:45
Rassegna di corti di cinema lesbico, II edizione a cura di Fuoricampo Lesbian Group > Officina di Studi, Arte e Politica lesbica.
Some Prefer Cake è un dolce dopo cena estivo, all’aperto al calare della notte. Ci piace immaginare che il cortometraggio sia una fetta di una grande torta, la pellicola cinematografica. Nella scorsa edizione abbiamo dato spazio alla produzione italiana, quest’anno l’idea è di toccare più nazioni e generi. Tra le proiezioni Donkey Girl di Ties Schenk, The Attack of the Bride Monster di Vicky Boone, Gueule de princesse di Pépita Mars, Im Fluss di Cecilia Barriga e Claudia Lorenz, A cavallo tra i mondi di Cristina Capone, Grosse Gefuhle di Sandra Schiess, Override di Lisa Ginsburg, Skip! di Kazuko Uchida; Sortie de bain di Florence Henrard. www.fuoricampo.net

 

monte sole
Quello che abbiam passato
mercoledì 30 luglio - ore 21:45
documentario, 2007, 45’ Realizzato da Marzia Gigli, Maria Chiara Patuelli e Comunicattive. Prodotto dalla Fondazione Scuola di Pace di Monte Sole con il supporto dell'Unione Europea

Tra il 29 Settembre e il 5 Ottobre 1944 l'area di Monte Sole, sull'Appennino tosco-emiliano, è teatro di un massacro di civili ad opera di soldati nazisti, con l'aiuto di fascisti italiani. Nella strage, nota come Strage di Marzabotto, furono uccise 770 persone, soprattutto donne, vecchi e bambini. “Quello che abbiam passato. Memorie di Monte Sole” è un documentario sulla memoria della strage, narrata attraverso le voci degli stessi sopravvissuti.
www.montesole.org

 

lunedi film
caramel
4mesi
2giorni a parigi
esma
i miei occhi
quinceanera
persepolis
Caramel
16 giugno - ore 21:45
Francia, Libano, 2007, 96', commedia di Nadine Labaki con N. Labaki, Y. Al Masri, J. Moukarzel, G. Aouad, A. Karam, S. Haddad

A Beirut, alcune donne lavorano in un istituto di bellezza: tra colpi di spazzola e cerette al caramello, si parla di sesso e maternità, con la libertà e l'intimità propria delle donne. Nadine Labaki, insieme protagonista e regista del film, ci propone un affresco sulle donne, un acquerello a tinte delicate, mai volgari, che tratta però temi di scottante attualità.
4 mesi 3 settimane 2 giorni
23 giugno - ore 21:45
Romania, 2007, 113', drammatico di Cristian Mungiu, con A. Marinca, L. Vasiliu, V. Ivanov

Otilia e Gabjta sono due studentesse, negli anni che precedono la caduta del regime di Ceausescu. Gabjta affitta una stanza d'albergo in un hotel di bassa categoria: con l'assistenza dell'amica ha deciso di abortire grazie anche a un medico che però rischia l'arresto, essendo l'interruzione procurata della gravidanza un reato. Nella Romania prima della caduta di Ceausescu il dramma dell'aborto clandestino.
SI CONSIGLIA LA VISIONE A UN PUBBLICO ADULTO
2 giorni a Parigi
30 giugno - ore 21:45
Francia, Germania, 2007, 96', commedia di Julie Delpy con J. Delpy, A. Goldberg

Marion è parigina. Jack americano. Vivono insieme da tempo a New York ma si recano due giorni a Parigi per far conoscere a lui la città e la famiglia di Marion. Quello che Jack conoscerà sarà una compagna molto più complessa di quanto lui potesse pensare e forse ac-cettare. Julie Delpy torna a giocare le sue carte nella sua seconda prova da regista. Il film costringe lo spettatore a riflettere sulla politicità del privato e sul conflitto fra passione amorosa e coercizione sociale.
Il segreto di Esma
7 luglio - ore 21:45
Bosnia-Herzegovina, 2006, 90', drammatico di Jasmila Zbanic con M. Karanovic, L. Mijovic

Sarajevo, 2006. Esma, bosniaca, lavora come cameriera in un club; vive con la figlia Sara, adolescente irrequieta. Chi sia il padre di Sara è l'angoscioso e torturante segreto di Esma. Lungometraggio d'esordio della documentarista bosniaca Jasmila Zbanic, il film è una pellicola tutta al femminile, nella sensibilità, nello sguardo attento alle problematiche delle donne reduci da quella guerra che ne ha inesorabilmente de-terminato il percorso di vita.
Ti do i miei occhi
14 luglio - ore 21:45
Spagna, 2003, 106', drammatico di Iciar Bollain, con L. Tosar, L. Marull, C. Peña, R. M. Sardá

Una notte d'inverno, una donna, Pilar, fugge di casa e da suo marito, Antonio. Porta via con lei solo poche cose e suo figlio, Juan. Antonio si mette subito a cercarla. Pilar trova rifugio a casa di sua sorella, Ana, ha paura di tornare a casa, ha paura dell'ira e della violenza di Antonio. SI CONSIGLIA LA VISIONE A UN PUBBLICO ADULTO
Non è peccato - La Quinceañera
21 luglio - ore 21:45
USA, 2006, 90', drammatico di Richard Glatzer, Wash Westmoreland con E. Rios, J. Garcia, C. González

La Quinceañera è la ricorrenza che ogni ragazza di origini latino-americane attende con ansia: è una sorta di debutto in società che segna il passaggio all'età adulta. Magdalena durante i preparativi e a qualche mese dal suo quindicesimo compleanno scopre di essere rimasta incinta. Lei e il fidanzatino non hanno consumato fino in fondo il rapporto ma nessuno le crede e il padre la caccia di casa.
Persepolis
28 luglio - ore 21:45
Francia, USA, 2007, 95', animazione di Marjane Satrapi, Vincent Paronnaud

La storia, autobiografica, di Marjane Satrapi, dall'infanzia e l'educazione progressista a Teheran alla caduta dello Scià, dall'instaurazione della repressiva Repubblica islamica alla guerra contro l'Iraq, dalla sofferta decisione di Marjane di emigrare in Austria, al ritorno nella città natale da donna adulta. Animazione di qualità per una donna in difesa della dignità femminile.