Image
Top
menu
21 dicembre 2017

L’identità nomade di Motus

Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Il lavoro è sempre anche politica. Ma a volte di più! Come nel caso di Panorama, il nuovo spettacolo di Motus di cui abbiamo il piacere di curare progetto grafico e ufficio stampa. Lo spettacolo, una vibrante riflessione collettiva sull’identità nomade che prende spunto dalla proposta postnazionalista della teorica femminista Rosi Braidotti, debutterà il 3 gennaio al La MaMa di New York, mitico teatro dell’East Village newyorkese fondato da Ellen Stewart, all’interno del Festival Under the Radar. Si tratta di un lavoro che continua la ricerca intrapresa con MDLSX: un rifiuto dei confini che, dalle tensioni sui limiti che viviamo all’interno del nostro corpo, si trasferisce ai grandi conflitti legati a persone e comunità in transito, in cerca di nuove dimore, o semplicemente del diritto alla non appartenenza. Un’unica caleidoscopica biografia collettiva composta dai frammenti di esistenza degli attori e attrici della Great Jones Repertory Company, il gruppo interetnico di performer residenti a La MaMa, sullo sfondo di una società frammentata dal razzismo e dalla misoginia del trumpismo. Non vediamo l’ora di vederlo qui in Italia, e nel frattempo lavoriamo sodo per raccontare questa nuova avventura di una delle nostre compagnie preferite.